La morte non è nel non poter comunicare ma nel non poter più essere compresi
 



CURRICULUM

Simona Zecchi è giornalista d'inchiesta, autrice di saggi e consulente editoriale per la collana d'inchiesta della casa editrice Ponte alle Grazie. Collabora con testate TV e stampa (da ultimo Report, TPI e Il Fatto Quotidiano) ed è editorialista su alcune testate on line. Ha lavorato per tre anni per la testata TV Euronews a Lione, occupandosi di politica e cronaca internazionali, collaborando con il partner NBC news. 

Per oltre 10 anni si è occupata del massacro di Pier Paolo Pasolini indagando su modalità e movente stretto alla morte del poeta ucciso il 2 novembre del 1975. E scoprendo anche l'identità dei suoi assassini, nonché dei mandanti. Lo ha fatto in due libri pubblicati per Ponte alle Grazie a distanza di 5 anni l'uno dall'altro: Pasolini, Massacro di un Poeta (2015) e L'inchiesta spezzata di Pier Paolo Pasolini (2020). Il primo è in traduzione in Spagna. 

Nel 2018 ha pubblicato per la casa editrice La Nave di Teseo il libro inchiesta (La Criminalità servente nel caso Moro) occupandosi in modo inedito e unitario di uno dei lati più nascosti sul caso tutto: il ruolo della criminalità organizzata e in particolare dell'organizzazione calabrese oggi più potente in Italia e nel mondo, la 'ndrangheta. I suoi lavori sono stati acquisiti a livello investigativo e di commissione inchiesta parlamentare.

Nel 2019, per la casa editrice Sellerio e in collaborazione con il Centro Studi Pier Paolo Pasolini di Casarsa, nel volume "Il giornalismo di Pier Paolo Pasolini", ha pubblicato il saggio "L'ultimo linguaggio del poeta massacrato", a seguito della sua partecipazione a Casarsa di un convegno sulla figura dello scrittore come giornalista.
Ha vinto due premi per l'informazione critica e il giornalismo d'inchiesta.

E' autrice di diverse esclusive giornalistiche sui due casi e sul periodo cosiddetto della strategia della tensione. Si interessa anche al mondo della letteratura americana e inglese per studi svolti e ha introdotto alcune traduzioni di racconti e romanzi (curandole) per la neo nata casa editrice Black Dog. E' di livello bilingue inglese e americano (per ragioni familiari e di studi) e conosce bene le lingue  francese e spagnola. 

SOCIAL NETWORK

 La mia indipendenza, che è la mia forza, implica solitudine, che è la mia debolezza